22/12/2017
Autotrasporto: divieto riposo regolare settimanale in cabina, sentenza della Corte di Giustizia
La Corte di Giustizia europea, ha ribadito quanto già previsto dal Regolamento europeo 561/2006 sui tempi di guida e di riposo, vale a dire l’impossibilità da parte degli autisti dei mezzi pesanti di effettuare il riposo settimanale regolare in cabina.
L’unica eccezione, secondo quanto previsto dal Regolamento in questione, è rappresentata dal periodo di riposo settimanale ridotto che, invece, può essere effettuato a bordo del mezzo purché lo stesso sia dotato delle opportune attrezzature per il riposo dei conducenti e si trovi in sosta.
La Corte di giustizia dell’Unione Europea ha affermato che: "Poiché il legislatore dell’Unione non ha utilizzato l’espressione generale «periodo di riposo settimanale» per ricomprendere i due tipi di periodi di riposo settimanali, ne consegue manifestamente che ha avuto l’intenzione di consentire al conducente di effettuare i periodi di riposo settimanali ridotti a bordo del veicolo e di vietargli invece di fare lo stesso per i periodi di riposo settimanali regolari”.
La Corte conclude che il regolamento dell’Unione che armonizza la normativa in materia sociale nel settore dei trasporti su strada contiene manifestamente un divieto, per i conducenti, di effettuare il periodo di riposo settimanale regolare a bordo di un veicolo.
Con la decisione della Corte di Giustizia Europea si conclude una inutile polemica circa il “riposo in cabina” sollevata dai vettori dell’EST Europeo che ha impegnato diversi Parlamenti nazionali europei negli ultimi tempi.

Si allega il comunicato stampa della Corte di Giustizia
 
allegato disponibile per i Soci
hosting & web application by baitech
web design by artforart